Saletta d'arte del Bar Lurisia

La gelateria Lurisia di Mondovì ha espresso la sua evoluzione nel solco dell’eleganza e del buon gusto aprendo anche una saletta d’arte. Nell’ anno Duemila una saletta del bar si aprì all’arte con una mostra di Arnaldo Colombatto, e costituisce da allora un piccolo ma raffinato punto di richiamo culturale offerto alla città. 

E’ stata l’occasione di dare un impronta culturale di alto livello a quello che è sempre stato un punto di ritrovo creativo con un accezione fortemente legata alla gastronomia. L’anno dopo, da un’idea del fratello Piero, la saletta divenne anche ritrovo, scuola e laboratorio settimanale di pittori specie su ceramica e su carta. Un bel gruppo volenteroso e “in progress”, con risultati sempre migliori, evidenziati da mostre ricorrenti allestite anche con un altro giovane pittore recentemente scomparso, Dario Liboà

E poi tante altre mostre. Tante altre piacevoli rivelazioni, specie di talenti femminili. Dal 2000 si è creata la possibilità di unire le esperienze del gusto con quelle dell’immagine. Due modi diversi di intendere l’emozione come arte e come passione che apparentemente partono da due piani diversi ma che si intersecano in una sublime treccia di qualità. Sorseggiare un the e ammirare opere pittoriche di livello sono sicuramente un esperienza da realizzare. Assaporare un gelato, i suoi gusti e le sfumature di esso, e smarrire lo sguardo e l’anima in una deliziosa saletta d’arte dove si possa completare la ristorazione dell’anima. 

Una schiera di opere artistiche su tela o pannelli che trovano spazio di tanto in tanto nelle diverse rassegne che vengono proposte durante l’anno. Il tutto all’insegna dell’eleganza e della classe che solo la gelateria Lurisia può offrire con i suoi quasi cento anni di storia. Un emozione che parte da lontano nel tempo ma che si concretizza nel segno dell’arte dove due forme di poesia possono trovare la coniugazione migliore.